Carte d'arte on-line (www.cartedarte.it) - 020102

 

La Newsletter di Stamparte

 

Zurigo.

Si tiene dall’8 al 10 marzo, nella sala delle conferenze della Kunsthaus di Zurigo la nona edizione della Fiera dell’Antiquariato Librario, una delle più frequentate d’Europa, con presenze di espositori soprattutto svizzeri e tedeschi, ma anche olandesi o americani. Viene pubblicato anche un catalogo, nel quale ogni espositore illustra in dettaglio la crème delle sue disponibilità, del costo di 10 franchi, ottenibile telefonando al n. 0041.1.2528481, oppure al 051580736 della Stamparte.

 

Basilea.

Nel pomeriggio del giovedì 28 febbraio u. s., si è inaugurata nella Galleria Carzaniga & Ueker, nel ramo diciamo così di destra, nella piazzetta con fontana del centro storico di Basilea, la mostra personale di Gianriccardo Piccoli, con ampio e duplice successo: tanto pubblico, molto italiano, e vendite corrispondenti.

La mostra comprende opere degli ultimi quattro anni, che si segnalano per la varia luminosità e tonalità dei colori; su tela garza tavola e carta, con pochi disegni meno recenti e qualche incisione. Fra i titoli citiamo Ognuno tira il suo carro, Chador ed i vari soggetti City, tutti datati 2001. La mostra è corredata da un bel catalogo con 38 illustrazioni a colori, comprendente in apertura una “Conversazione immaginaria tra Céline e il professor Y”, testo tratto liberamente da Louis-Ferdinand Céline, dove Gianriccardo Piccoli è Céline, Simone Facchinetti (l’autore) è il professor Y e il gallerista Arnaldo Carzamiga è Gaston. Piccoli ha già avuto due mostre alla Stamparte: dell’ultima, del 2000, è ancora disponibile il catalogo, inviato gratuitamente a richiesta.

Nella Gallera al primo piano dell’edificio di fronte, cioè a sinistra arrivando, si è contemporaneamente inaugurata la mostra dei lavori di Catherine Gfeller, nota fotografa svizzera che vive, dopo New York, a Parigi, oltre che in giro per il mondo. La Gfeller elabora le sue foto in sequenze e file, scomponendo e ricomponendo l’ordine del rullino, e ne trae delle piccole e minime tirature da 11 a soli 3 esemplari, su carta fotografica, plexiglas anche di grande formato, o anche  carta da incisione come la Rives BKF.  Dal 1995 ha un’attività espositiva intensa in Francia Usa Belgio, e in Svizzera dove èstata presente ad Art Unlimited della Fiera Art di Basilea 2001.

 

Roma.

Si è inaugurata il 27 febbraio a Roma, negli spazi della Casa d’arte “Ulisse”, una mostra personale di Piero Dorazio, Alla scoperta della luce, comprendente opere dell’importante periodo 1955-1965.

La mostra curata da G. Ciccarelli, P. Perez Mouriz, Gabriele Simongini con un catalogo illustrato curato da quest’ultimo, fruisce del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali edel Comune di Roma, con la partecipazionedella Società Dante Alighieri e dell’Alitalia. Dorazio,  portabandiera dell’arte non figurativa da oltre mezzo secolo, è uno strenuo fautore del colore e della luce. Ha già avuto due mostre alla Stamparte, che ha anche edito in esclusiva alcune sue importanti acquatinte a colori, di cui le ultime di particolare formato al carborundum.

 

Firenze.

Il Ponte, galleria e centro d’arte della famiglia Alibrandi, annuncia per i prossimi mesi d’aprile e maggio una mostra di Giulia Napoleone, con lavori dell’artista, pescarese d’origine ma romana di adozione e cultura, degli ultimi quattro anni. La Napoleone ha scelto un titolo oraziano (Coelum, non animum mutant qui trans mare currunt), Mutano i cieli, per sottolineare la varietà delle sue tecniche, questa volta anche oli su tela, nell’immutata tensione del suo percorso poetico. Nell’occasione saranno presentate due opere editoriali con data dell’anno scorso: il volume G.N. “Ultimo quarto”, con un testo introduttivo di Lucio Saviani e una poesia di Luigi Cavallo, edito da Pagine d’arte; e Rimanenze, poesie di Camillo Sbarbaro con 7 maniere nere di G. N., tirate da Anna Ziliotto per i Cento Amici del Libro di Milano.  La Napoleone ha esposto nel 1995 alla Stamparte, che ha pubblicato un catalogo comprendente l’edizione di testa con una piccola maniera nera, nonchè alcune incisioni alla maniera nera e al punzone, reperibili fra le esclusive.

 

Napoli.

La galleria San Giorgio ed il Club amici della grafica di S. Giorgio a Cremano presentano dal 15 al 30 marzo le incisioni di Isabella Ciaffi, in una rassegna dal titolo non equivoco Nero e poi nero. A Bologna, dove vive e lavora, l’autrice, che si considera allieva di Strazza, incide usando tutte le tecniche in cavo ed anima il laboratorio di S. Apollonia che fu di Leoni.