Carte d'arte on-line (www.cartedarte.it) - 040501

 

ART/35/BASEL: un grande museo in vendita, ma c'è di più

 

"Certo la più importante al mondo" è stato un titolo del quotidiano La Stampa per una passata edizione. Dal 16 al 21 giugno prossimi si tiene nel 2004 la 35esima Fiera dell'Arte di Basilea, "regina di qualità", come l'ha definita Il Sole 24 Ore. Vi parteciperanno 270 gallerie di tutti i continenti con opere di 1500 autori, artisti del XX secolo ma anche già del XXI. La sezione Art Edition con una ventina quasi di espositori molto qualificati terrà alta la bandiera dell'incisione internazionale e del libro d'artista moderno e contemporaneo. 17 personali di giovani artisti saranno presentate nella sezione Art Statements. Film di artisti e su artisti saranno proietati nella sezione Art Film, mentre progetti fuori dal comune, fuori dalle norme consuete e previste per tecniche, dimensioni e media, saranno l'oggetto dell'Art Unlimited, con apposito separato catalogo. Ma andare a Basilea e raggiungere in breve il suo circondario francese o tedesco ai bordi del Reno, in quei giorni vorrà dire anche poter cogliere una serie impressionante di altre opportunità, alcune delle quali permanenti, come gli edifici di architetti internazionali famosi, con opere sparse per il globo, come quelli di Le Corbusier o Mario Botta, Frank O. Gehry o Renzo Piano, oppure della coppia progettista della Tate Modern, Herzog & de Meuron che hanno studio proprio a Basilea: di questi è in corso un'importante mostra al centro Schaulager. Alla Fondazione Beyeler c'è una mostra eccezionale e imperdibile di Francis Bacon, affiancata da un'altra, un confronto straordinario fra Mirò e Alexander Calder. Al Museo Tinguely oltre a Merz e al Kunstmuseum insieme con Arp, ci sono due mostre di Kurt Schwitters. Ma è praticamente tutta la Svizzera, da San Gallo a Ginevra, ad essere in questo periodo un grande contenitore culturale: non resta che, appena varcato il confine, chiedere agli uffici turistici il vasto materiale illustrativo disponibile.

 

A. Q.