Carte d'arte on-line (www.cartedarte.it) - 020204

 

Londra

 

Alla Tate un direttore spagnolo

 

La Tate Modern, la  più grande e la più frequentata istituzione d’arte europea degli ultimi cinque anni,  si appresta ad un cambiamento emblemico dei tempi che stiamo vivendo: avrà un direttore spagnolo, che risponde al nome di Vicente Todoli. E’ nato a Valencia nel 1958 e dopo gli studi spagnoli si è specializzato in Usa, alla Yale e alla City University di New York, conseguendo poi il dottorato ISP in arte americana al Withney Museum.  Ha lavorato all’IVAM, Instituto Valenciano de Arte Moderno, divenendone direttore dal 1988 al 1996.  Poi ha ricoperto diversi incarichi prestigiosi in alcune istituzioni internazionali, tra cui la Biennale di Venezia nel 1997,  l’ICA di Amsterdam e il Reina Sofia di Madrid; consulente per le acquiasizioni del MACBA di Barcelona e membro del board della biennale Manifesta, mentre dal 1996 è direttore fin dalla fondazione del Museo d’Arte Contemporanea Serralves di Oporto in Portogallo. Ha all’attivo l’organizzazione e cura di diverse mostre importanti in varie sedi e sta ora preparando due mostre che porterà all’inaugurazione: Richard Hamilton/Dieter Roth e Francis Bacon.

Con lo sdoppiamento della Tate in Britain e Modern, e con il nuovo grande spezio in Bankside che si è aggiunto a quello in Millbank, Londra è ora il focus dell’arte moderna come non era mai stata in passato, attirando maree di folla internazionale. I supporti alle mostre temporanee sono straordinari, basti pensare che per quasi tutte con il biglieto viene data anche un’audioguida, mentre si susseguono a ritmo incessante ma regolare conferenze, letture, incontri, films e corsi didattici a tutti i livelli di approccio.

Segnaliamo due mostre per l’estate che suscitano già  grande aspettativa:  alla Tate Modern dall’11 maggio al 18 agosto la mostra Matisse Picasso conclude uno studio approfondito sul confronto tra due pesi massimi che non finiscono mai di attirare l’attenzione di pubblico, critica e mercato.

Alla Tate Britain si aprirà il 20 giugno (fino al 22 settembre) una retrospettiva annunciata come  “definitiva” di Lucian Freud. Vacanze  intelligenti  dove ?

 

(a.q.)